Tag Archives: Obama

L’amministrazione americana e la presa per i fondelli 

25 Set

obama

 

Ayatollah, Hassan Nassrallah , Saddam Hussein, Bin Laden Assad, Kim Jong Un , Albagdadi e tanti altri nomi che circolano dalla fine dalla guerra fredda  sui mezzi di informazione americani come dittatori e  terroristi.

Vediamo cosa hanno combinato gli americani in questi anni:

Analizzando i fatti accaduti vediamo che il regime di Ayatollah prese il posto dei regimi comunisti e divenne  il nemico numero uno degli USA e così  invitarono Saddam Hussein  a fare la guerra per otto anni per sconfiggere tale nemico dando sostegno economico tramite i paesi del golfo ma a distanza di anni troviamo Saddam impiccato dopo essere stato catturato dagli americani e consegnato al governo iracheno filo iraniano.

Nel Libano Hezbollah partecipa a pieno regime alla guida del paese con il benestare degli USA.

Bin Laden viene lasciato in giro per molti anni nell’era in cui i paesi forti riescono a quantificare la quantità di ossigeno che respira ogni singolo cittadino.

obama4

L’Iran diventa una potenza nucleare,

obama2

La Corea del Nord vende i missili balistici e la tecnologia nucleare  a tutti i paesi presunti nemici degli USA.

Gruppi settari sciiti super armati conquistano la metà dello Yemen ,paese storicamente filo americano.

In Egitto è stato benedetto il regime golpista che emette condanne a morte a suo piacimento contro i suoi oppositori.

Putin dopo aver partecipato alla distruzione della Siria manda le sue truppe per occupare l’Ucraina.

Israele distrugge migliaia di case e scuole a Gaza ricevendo ancora finanziamenti americani .

Obama riesce a mettere su la coalizione antiterrorismo in pochi giorni chiedendo agli alleati la modica cifra di 500 miliardi di dollari  solo dopo avere visto due cittadini americani giustiziati dai criminali dell’Isis in mondo visione dimenticandosi totalmente di Assad inventore dell’Isis e dei barili al TNT e del uso di armi chimiche contro la propria gente.

 obama3obama5

Da qui la domanda d’obbligo è ma sti americani sono cosi bravi a prendere in giro il mondo intero oppure siamo noi dei malefici  che ci facciamo venire i cattivi pensieri .

Annunci
Immagine

Obama’s redline

4 Mar

Obamaìs redline

Immagine

The great achievement of Geneva2,Homs,Il grande risultato di Ginevra2, Homs

11 Feb

The great achievement of Geneva2,Homs,Il grande risultato di Ginevra2, Homs

The peace conference has given these results in Homs, food for 4 dollars for every family.

La conferenza di pace ha dato questi risultati a Homs, cibo per 4 dollari per ogni famiglia.

Video

The Weapons Behind the Ghouta Attack

26 Nov

As the international community searches for a place to destroy Syria’s stockpile of chemical weapons, the Syrian regime continues to deny that it used them in a devastating attack on Ghouta, a Damascus suburb, this past August. Those denials have been widely challenged, in part owing to the research of Eliot Higgins, an unemployed British man who became a self-taught weapons expert and whose blog, Brown Moses, has become a hub of information about the Syrian civil war.

As Patrick Radden Keefe writes in a Profile of Higgins in this week’s magazine,

He scans as many as three hundred new videos a day, with the patience of an ornithologist. Even when a rocket has largely been destroyed, he can often identify it by whatever scraps survive.
After the Ghouta attack, Higgins focussed on identifying a rocket “whose tail was ringed by knife-like fins.” By piecing together bits of information from YouTube, still photographs, and crowd-sourced translation, Higgins assembled a case that the rockets were likely designed to deliver a chemical agent and that they had landed in Ghouta on the day of the attack. Later, he posted videos showing Assad forces launching rockets of nearly identical construction. His findings made it into a Human Rights Watch report about the attack and have helped shape the conversation about intervention in Syria. Following the Iraq War, Higgins believes that civilians demand incontrovertible evidence of weapons of mass destruction or war crimes. “They don’t want to be told it happened anymore,” Higgins said. “They want to see it.”

Obama’s Redline

1 Mag

Caro Obama , la  tua linea rossa non ci convince, per noi la linea rossa è stata oltrepassata da quando il regime ha imbracciato i fucili per porre fine alle bellissime manifestazioni, da quando ha privato 120,000 persone della loro libertà, da quando ha lanciato il primo missile balistico e da quando manda i suoi caccia bombardieri indisturbati per distruggere le città, per noi la linea rossa viene oltrepassata tutte le volte che una vita umana viene  tolta ad un essere umano  innocente, tieni ti pure le tue linee rosse e noi ci terremo la nostra rivoluzione, una rivoluzione iniziata senza il tuo nulla osta e speriamo finirà senza il tuo sostegno.
redline2

 

 

 

 

 

redline1redline

 

 

 

 

Messaggio dai manifestanti di Dar’à a Obama: il terrorista è assad

15 Dic

 

“Obama, è bashar il terrorista…

Obama, in Siria non c’è terrorismo

se non quello del regime

Oh resto del mondo… bashar è il terrorista…

Oh resto del mondo… in Siria non c’è terrorismo

se non quello del regime”…

Dar’à 12 dicembre 2012

48 mila morti in Siria non bastano a definire assad un terrorista. Eppure questa parola è stata subito attribuita a gruppi di combattenti che in Siria lottano contro il regime. Ma il popolo non ci sta…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

151020_386450661440069_750082354_n

 

 

 

 

 

 

 

 

Vignetta del disegnatore siriano di Kafranbel Ahmad Jalal