Tag Archives: guerra

Mondo ipocrita

7 Gen

Siamo cosi bravi da potere rifornire di carburante un caccia bombardiere e paracadutare le armi ai nostri combattenti con il rischio di finire nelle mani dei nostri nemici ma facciamo molta fatica a lanciare dal cielo qualche sacco di farina e un po’ di latte per i bambini.

Immagine

Obama’s redline

4 Mar

Obamaìs redline

Immagine

The Children of Syria.

16 Gen

The children of Syria are performing the exams on the candles light .. A strong determination on challenging the Assad criminal killing machine/ Aleppola nostra

La cattiva coscienza dei capi delle chiese cristiane in Siria di Annalisa Roveroni.

4 Dic

maloula

 

 

4 dicembre 2013 alle ore 1.17

Sulla vicenda di Maaloula e della situazione dei cristiani in Siria, credo che i cristiani siano terrorizzati di venire coinvolti nello scontro e di soccombere, di avere la peggio sia dagli uni che dagli altri, in quanto minoranza, perche’ in Siria è sempre stata utilizzata dal regime la divisione e il terrore per poter continuare ad imperare incontrastato. E’ difficile perdere questo terrore, questa acquiescenza verso il potere che ti opprime e che ti fa credere di proteggerti!. Ora questa paranoia i cristiani avrebbero dovuto dovuto BUTTARLA ALLE ORTICHE, fin dall’inizio della rivoluzione avrebbero, i leader cristiani, dovuto abbracciare con convinzione le ragioni – che pur condividevano – della rivoluzione: libertà democrazia diritti umani sono e dovrebbero essere valori fondanti per ogni cristiano che si voglia chiamare con questo nome! Invece no! I capi delle chiese cristiane e cattoliche hanno preferito restare UBBIDIENTI A CESARE, anzi ad HITLER, hanno scelto di stare in una posizione di neutralità tra le due parti, il regime e la stragrande maggioranza dei loro compatrioti siriani. Hanno voluto ritagliarsi una posizione autonoma, isolata, come se fosse possibile isolarsi in mezzo alla furia e la distruzione che sconvolge il Paese! Al fine di non venire perseguitati come minoranza ed essere costretti a fuggire in esilio, hanno preso una posizione che di fatto non poteva che alienarli dal resto dei siriani e che quindi alla lunga andrà proprio a costruire le basi della possibile scomparsa del cristianesimo in Siria e in altri paesi a maggioranza sunnita. Avrebbero potuto e dovuto al contrario, anche senza dover per forza prendere le armi, far sentire forte e chiara la propria condanna senza se e senza ma per i crimini di guerra commessi da colui che invece ancora non si stancavano, non si nauseavano, di chiamare “Presidente” anche all’indomani dell’uso addirittura delle armi chimiche contro gli abitanti di alcune zone di Damasco.Questa posizione a dir poco ambigua dei responsabili delle comunità cristiane in Siria e in Medio Oriente nei confronti del regime -per quanto sia dettata da sentimenti di paura per le proprie sorti – non è cristiana, comunitaria, solidale per le sorti degli altri fratelli e sorelle che soffrono e combattono eroicamente per difendersi. Questa posizione ingiusta e debole deve cambiare al piu’ presto, a cominciare dal Santo Padre che dovrebbe chiamare di nuovo alla preghiera i cristiani perché Assad deponga immediatamente le armi contro il popolo inerme, altrimenti tutto sarà perso, anche la nostra coscienza.

Video

I pasdaran iraniani, dall’arrivo sorridenti ad Aleppo al ritorno verso l’eterno inferno.

25 Nov

Video

i Soldati iraniani In Siria, non è più un segreto

3 Nov

فضيحة الإيرانيين في سوريا .. بعدستهم

Video

The story of a little Syrian girl that makes your heart bleeding

10 Ott

by Mike Arab

Video

Bashar Al-Assad is lying in front of the Turkish media

9 Ott

Video

O patria mia.

28 Set

Mawtini, Mawtini

Video

Syrian revolution in 3 minutes

18 Set

Kafranebel, semplicemente straordinari.